L'ITALIANA IN ALGERI 4ª

Giovedì 21 Luglio 2022 - ore 21:00

Sant'Arcangelo di Romagna, Sferisterio
- main sposnor : Banca Malatestiana

Ingresso gratuito su prenotazione: cell. 331 426 561 di Voci nel Montefeltro

L'ITALIANA IN ALGERI 4ª (se maltempo: Teatro Supercinema, Sant'Arcangelo di Romagna) 

Dramma giocoso in due atti di Gioachino Rossini 
Libretto di Angelo Anelli 


Andata in scena per la prima volta a Venezia il 22 maggio 1813, è uno dei massimi contributi per il rinnovamento dell'opera buffa italiana. La trama racconta le vicende di Isabella, giovane italiana, catturata dai corsari del Bey Mustafà, desideroso di cambiare moglie. Isabella incontra alla corte del Bey il suo amato Lindoro, sulle cui tracce si era messa in viaggio.

Concertatore e direttore :
Joseph Rescigno

Regia :
David Ronis

Costumi :
Audrey Hamilton 

Scene :
Jillian Eddy

Luci :
David Navalinski


- Personaggi : 

Mustafà  
 Maciej Boberek, Norman Espinoza
Lindoro    
Conner Fabrega, Alexander Harrelson
Isabella    
Naomi Steele, Julia Woodring
Elvira      
Simmie Patoka, Natalia Turchin
Zulma  
   Karina Buruca-Kunda, Rebecca Seifert
Haly        
Dan Emmons, Matthew Taylor
Taddeo    
Steven Groth, Giovanni Rabbito


Orchestra Città di Ravenna

Soprani :  
Simmie Patoka, Savannah Scott, Natalia Turchin

Mezzosoprani :  
Karina Buruca- Kunda, Mia Kopera, Daryn Nowlin, Rebecca Seifer, Naomi Steele, Julia Woodring, Mary Wright

Tenori :  
John Calandra, Ismael Pérez Ramírez, Conner Fabrega, Alexander  Harrelson, Matthew Taylor

Baritoni/Bassi :  
Maciej Boberek,  Henrique Carvalho, Norman Espinoza, Daniel Emmons, Steven Groth,  Giovanni Rabbito

M° collaboratore e pianista :
Jason Carlson

Direttore tecnico :
Steven Waggoner 
Direttore di scena :
Taylynn Rushton 
Direttore di sartoria : Eileen Thoma 
Attrezzista :
Hannah Gilbert 
Assistenti ai costumi :
Dory Scott, Kerry Whitton 
Assistenti di produzione :
Jayden Dudley, Jai Auzenne, Marita Gattone 
Assistenti alla tecnica :
Hanna Bartnicki, Ben Niemczyk, Grey Rung 
Coordinatore di produzione :
Emilio Casillas


N.B. L’opera è stata scritta nel 1813, epoca in cui, nella commedia dell’arte, ancora viva per il Rossini comico, l’ironia era usata come strumento per stemperare le problematiche che oggi confluiscono nel politicamente corretto. Dunque oggi, per ragioni inclusive e non-discriminatorie, con una sensibilità tutta moderna il regista ha ambientato lo spettacolo in una località marittima sconosciuta, e i protagonisti, un gruppo di fuorilegge, non rappresentano nessun gruppo etnico. Il gioco delle parti è conservato e tutte le debolezze umane rappresentate con la vitalità della musica di Rossini.